Kickstarter sotto attacco hacker: rubati dati utenti

Il noto sito di crowd funding online, Kickstarter, nella notte di mercoledì è stato vittima di un attacco hacker. Questo è quanto comunicato  dal CEO Yancey Strickler sul blog ufficiale del servizio.

Tramite la violazione del sistema, gli hacker si sono impossessati di alcuni dati sensibili degli utenti registrati (username, email, numeri di telefono e password criptate); stando a quanto comunicato non sono state violate alcune carte di credito e non ci sono evidenti comportamenti sospettabili nelle transazioni all’interno del network.

Rimane comunque la possibilità che un utente con una elevata capacità di calcolo riesca a decifrare alcune password, soprattutto se deboli.

Per precauzione la compagnia consiglia, di cambiare la password dell’account Kickstarter inserendone una nuova e più complessa e cambiarla anche ad ogni account che ne utilizza una uguale.

Seguendo questo link è possibile leggere il comunicato ufficiale (in inglese).

 

 

 

 

Share This Post

About Author: Giuseppe Ragozzino

Friulano verace trapiantato a Milano per studiare Ingegneria Meccanica. Amo diverse cose nella vita, tra di esse vi è la tecnologia nelle diverse sfumature che assume e così, seguendo una scommessa fatta con i compagni dell’università, s’è deciso nel marzo 2010 di iniziare l’avventura di ForMobileS.info assieme all’amico e collega Luca Viscardi. Questo sito, oggettivamente nato per caso, ci sta dando soddisfazioni che mai avremmo pensato di ricevere in così poco tempo tanto che ad oggi non torneremmo assolutamente indietro: speriamo solamente di continuare ad avere il tempo di dedicarci con cura, competenza e passione all’argomento anche se sempre più spesso i momenti per proseguire scarseggiano. Colgo l’occasione, assieme a Luca, di ringraziare tutte le svariate migliaia di persone che finora c’hanno ascoltato e che con le loro domande ed i loro dubbi c’hanno aiutato a crescere ed a migliorare noi stessi portandoci dove siamo oggi con qualche milione di visite all’attivo. Ciò che ci fa perseverare è la fiducia e la gratitudine che ci mostrano gli utenti, motivo più che valido per continuare come fatto finora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *