Wacom Bamboo Pad Wireless: Unboxing | Esclusiva italiana

Eccoci con un prodottino di casa Wacom ovvero il Bamboo Pad Wireless. Come sempre il packaging e di ottima qualità, sia graficamente che per i materiali usati. La confezione richiama i colori del Bamboo Pad in questo caso bianco e verde, ne esistono altre versioni come azzurro o viola sempre con il bianco presente ma ne esiste una versione anche grigia e nera. All’interno troviamo tre gommini di protezione sul coperchio, così da proteggere il dispositivo durante i trasporti, il Bamboo Pad nella sede sagomata, con il libretto di istruzioni e garanzia non solo confezionati molto bene ma protetti da una busta acetata che da quel tocco in più. Sotto di esso troviamo le batterie e il nano ricevitore marchiato Bamboo. Nel video vedrete che non trovavo la penna pensando di trovare il prodotto disassemblato, ma invece era inserita nell’apposita fessura sulla destra del Bamboo Pad, invece nel lato sinistro troviamo il il tasto di accensione e il led azzurro che ci indica quando il pad è acceso (questo dispositivo è ovviamente utilizzabile anche da mancini). Rimango comunque sempre stupito dai prodotti di wacom, per quanto possano essere ideati per un uso quotidiano come quello casalingo non vengono mai nella loro missione di dare prodotti top quality. Ricordo che questo prodotto e touchpad wireless con penna digitale ed e sensibile alla pressione ed è alimentato con batteria AAA stilo. Questo potrebbe essere la più valida risposta al track pad di Apple sul mercato mondiale in più e facilissima da installare ma non scendo nei particolari, mi preservo per la recensione. Potete visitare il sito di Wacom cliccando qui cosi da poter aquistare il Pad ma non solo, ce un’intero Wacom store dove potrete consultare il listino prezzi per l’italia. Qui ho finito a breve rilascero anche la recensione quindi appuntamento al prossimo unboxig, a presto.

Share This Post

About Author: Aaron Sabadin

La mia esperienza nel mondo dei PC inizia nel 2004 con Linux, diventando nel 2006 utente Windows in quanto frequentavo un corso di grafica professionale che mi obbligava a usare i software Adobe. È proprio in quel momento che scattò in me la voglia di interessarmi al mondo digitale in modo maniacale, e nello stesso modo apprendere le parti informatiche e hardware. Ovviamente non potevo che completare la mia formazione entrando nel mondo Apple, conoscendo il linguaggio apple script e imparando la filosofia che questa piattaforma offre che a me piace definire “della semplicità”. CEO dello studio grafico SketchRed, a fine 2013 venni contattato da Giuseppe Ragozzino per studiare e realizzare personalmente il nuovo logo di formobiles.info, l’intro e l’outro video. Attirati come una calamita per il modo professionale di lavorare di entrambi è nata spontaneamente l’esigenza di collaborare assieme, per questo ho accettato con estrema intraprendenza l’offerta di collaborare con formobiles.info che Giuseppe Ragozzino mi ha proposto nell’interesse di condividere e ampliare i focus riguardanti il settore grafico digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *