Frammentazione di Android: ecco il problema

Nel frattempo che scrivo qualche articolo sto discutendo per email con il socio sul perchè Gameloft abbia ritirato buona parte dei propri giochi da Android.

Nemmeno ieri sera ne aveva sfornato una valanga che oggi sono bellamente spariti. Perchè?!

Una delle motivazioni, secondo me, era per fare un test di massa al fine di vedere quanti erano davvero interessati a giocare con Android e come secondo aspetto era il provare sul campo come poteva essere la gestione dell’installazione di un gioco pesante (oramai un gioco per cellulare va dai 100 ai 200 MB di media) su tale SO.

Uno degli ostacoli principali è la possibilità di trovarsi di fronte centinaia di ROM diverse su decine di diversi devices, quindi capite bene che le probabilità di un’incompatibilità o di un errore da crash (quindi uno startup failure) sono molto elevate.

Gameloft ha “usato” – mi si passi il termine – quindi decine/centinaia di utenti come cavie per vedere come poter creare un’efficiente distribuzione di apps su Android. Sicuramente l’ostacolo principale è dover installare qualche megabyte essenziale all’app nella ROM del telefono e la restante parte della grafica nella microSD che spesso è poco performante o comunque quasi satura nella sua capacità di memorizzazione. Inoltre installare un gioco un pezzo di qua e un pezzo di la non è certo la via più semplice visto che in questo modo il telefono deve leggere in contemporanea due sorgenti di dati diverse.

Inoltre Android, ancora oggi, esiste essenzialmente in 5 varianti:
–  1.1
–  1.5
–  1.6
–  2.0/2.0.1
–  2.1
creando non pochi problemi agli sviluppatori che si trovano di fronte ad un’ulteriore frammentazione del SO. Frammentazione che grossomodo sta sul 28% per Android Donut (1.6), sul 34% per Cupcake (1.5) e sul 37% per Eclair (2.1), non contando le minime percentuali delle altre tipologie.

Se Android fosse più omogeneo e ci fossero meno ROM a disposizione sicuramente lo sviluppo di apps per tale piattaforma non sarebbe così complesso e quindi non ci sarebbe tanta lentezza nell’avvicinare gli elevati standard di iPhone.

Spero in un ravvedimento di Google, ma sono molto scettico.

Share This Post

About Author: Archivio Storico

Questo profilo autore è stato creato per riassumere tutti i link, articoli, focus, demo ed approfondimenti pubblicati da Giuseppe Ragozzino e Luca Viscardi nella prima versione del sito web. Tale sito nacque con l'inizio di marzo 2010 e nel tempo ha totalizzato diversi milioni di visite fino ad arrivare alla soglia di 2.300.000 quando si è deciso che era ormai troppo piccolo per ospitare le numerosissime categorie usate. Ci andava stretto, davvero troppo, e così si è scelto di migrare da Joomla a Wordpress per rendere il tutto fruibile ad un pubblico ancora maggiore e sempre più curioso: per fare questo ci stiamo avvalendo di un gruppo formato da uno staff tutto nuovo, elementi freschi e preparati che daranno una mano ai fondatori nel tenervi aggiornati. Tutti gli articoli scritti quindi da Archivio Storico sono in fase di lenta revisione, sia perchè alcuni link tra articoli di questo sito sono da rifare, sia perchè vanno aggiornate gallerie fotografiche, recensioni e tipo di formattazione: se trovate qualcosa da segnalare, di errato e/o non funzionante, per favore fatecelo sapere contattando webmaster@formobiles.info con qualche info in merito. Grazie a tutti del supporto, seguiteci come sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *