• Samsung Gear S box (4)

Samsung Gear S: analisi prodotto

Oggi come da prassi utilizziamo questo spazio per provare a “chiudere il cerchio” intorno a Samsung Gear S.

Siamo in compagnia di questo dispositivo da quasi 4 settimane e ci siamo abituati ad averlo al polso. L’abbiamo usato davvero tantissimo soprattutto come Smartwatch Bluetooth e le impressioni sono davvero più che positive.

Nel funzionamento di tutti i giorni Samsung Gear S si è dimostrato un valido compagno e abbiamo trovato beneficio dalla sua compagnia sia in ambiente lavorativo che durante il nostro esercizio fisico.

Questo dispositivo ha il grande Jolly di poterci inserire all’interno una Nano Sim dati e fare le principali operazioni telefoniche: non è detto che sia una cosa che vi serva per forza, personalmente la ritenevo totalmente inutile ma bisogna anche saper rivedere le proprie opinioni e, dopo qualche giorno, ho capito che forse così inutile non è. Un Jolly, per l’appunto.

Altre due righe le spendiamo per il sistema operativo Tizen che per molti aspetti ha convinto di più rispetto ad Android Wear. Meno acerbo, funzioni più semplici e complete e attivabili molto più semplicemente: nonostante gli swipe con cui si muove il sistema si ha una sensazione di conosciuto e di familiarità fin da subito dopo il tutorial iniziale. Questa sensazione non si ha con Android Wear, meno intuitivo e non reattivo come Tizen.

Il limite di questo device sta nel punto prezzo e nel volersi proporre sul mercato ad un prezzo di listino superiore ai 300 euro, fortunatamente online si riesce a risparmiare qualcosa ma il prezzo giusto anche per provare a farsi strada sul mercato sarebbe stato inferiore. Ovviamente non sta a noi decidere queste cose, ma solo renderne conto a voi in relazione alle nostre esperienze e alle nostre conoscenze.

Detto questo noi confermiamo quanto detto in sede di recensione aggiungendo quanto avete letto sopra.

Qui sotto vi lasciamo ai nostri articoli realizzati su Samsung Gear S:

Qui sotto per completezza il link Amazon per chi fosse interessato al dispositivo.

Vi invitiamo a seguirci anche sui social per rimanere aggiornati.

 

Share This Post

About Author: Andrea Toffolo

Nato a Pordenone nel 1991, città in cui vivo attualmente. ho sempre avuto la passione per la tecnologia: già a tre anni mi facevo spiegare il funzionamento degli impianti a fune che visitavo nelle vacanze: tutt'ora è un argomento che seguo con piacere. Negli ultimi 5 anni sono entrato nel vortice della tecnologia mobile e sono nell'occhio del ciclone, impossibilitato ad uscirne, sembra. Adoro tendenzialmente tutto ciò che è tecnologia, il confronto e i commenti costruttivi. Sono a vostra disposizione, quindi commentate e chiedete tutto quello che volete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *